Arrediamo la casa nuova

Finalmente ho una casa da arredare, è stato un grande traguardo per me, dato che ho faticato molto per riuscire a permettermela. Da amante del design (la mia specializzazione formativa data dagli studi!) ho sempre avuto in mente ciò di cui avrei avuto bisogno e dove avrei voluto abitare.

La mia casa è divisa su due piani, in totale sono circa 70 metri quadri, ma essendo single mi basta e mi avanza almeno per il momento: ha due camere da letto, un bagno, una cucina e un bel salottino, con tanto di giardinetto dove penso metterò una di quelle casette prefabbricate per avere un piccolo ripostiglio.

Ho deciso di scegliere uno stile abbastanza moderno ma ammiccante anche al country, non so perché ma il legno e i colori caldi mi danno, da sempre, un’impressione positiva e molto rilassante. Per adesso ho guardato qualche cucina dell’Ikea e penso proprio di aver trovato il modello più adatto a me, senza maledettissime piastre ma con i fornelli veri, in una colorazione crema davvero graziosa. Forse, però, dovrei dar retta a mia madre che mi ha fatto notare che anche la minima macchia, su una cucina così chiara, si vedrà e anche molto chiaramente.

La parte sulla quale ho dovuto prendere più tempo per decidere è stato il salotto, mi piacciono molto gli strumenti tecnologici di ultima generazione, molto “ferrosi” e generosi in dimensioni: ho preso una tv da 40” anche per giocare con l’X-Box senza problemi e un supporto TV da parete classico, anche se l’idea di prenderne uno motorizzato mi ha stuzzicato molto.

La mia camera ho deciso di farla più calda e classica possibile, i muri sono color tortora e pensavo di scegliere mobili color crema o nocciola e un letto da due piazze con struttura in legno marrone scuro da abbinare a un armadio dello stesso colore. Per il pc e la scrivania non so ancora dove posizionarli, non vorrei avere un salotto troppo pieno di cose, considerato anche che ho deciso di metterci un bel divano camoscio a ferro di cavallo.

Sto infatti valutando l’idea di mettere scrivania e pc nella mia stanza, anche se l’idea di avere un letto dietro alle spalle un po’ mi spaventa, non vorrei dedicarmi più ai sonnellini che al lavoro. Dovrò riflettere su questo aspetto.

Il bagno l’ho fatto molto classico, con pareti dipinte a strisce di bianco e azzurro, sanitari e lavandino della stessa tonalità cielo molto vivace. Il mobiletto con lo specchio e il porta biancheria sono sempre azzurri, ma lievemente più pastello, per gli asciugamani, invece, penso mi terrò sul bianco classico con rifiniture perlate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *